Soroptimist International d'Italia

Soroptimist International d'Italia
Sorores Optimae

giovedì 19 ottobre 2017

Cambio di Presidenza al Soroptimist International Club Valle d’Aosta

Nel corso di una conviviale all’Hotel Duca d’Aosta si è svolto giovedì 12 ottobre il passaggio di testimone tra Wally Orsi e Manuela Zublena alla Presidenza del Soroptimist Club Valle d’Aosta.



In una atmosfera di grande amicizia e condivisione, Wally Orsi ha tenuto a evidenziare come interessante e positiva sia stata l’esperienza vissuta in questi due anni  e come un grande gioco di  squadra abbia fatto sì che i numerosi progetti messi in campo abbiano prodotto ottimi risultati. Ha sottolineato poi che questi risultati sono stati possibili soprattutto grazie al grande affiatamento e allo spirito di collaborazione che hanno permeato i tanti eventi e le attività svolte sul territorio, rafforzando la presenza del Club nel tessuto cittadino. Tra questi ha voluto, in particolare, ricordare la continuità dei progetti nelle scuole contro la violenza e la discriminazione di genere, cui sono andati ad aggiungersi quelli sull’orientamento verso le discipline scientifiche (STEM) e altre iniziative come la collaborazione con il Consiglio Regionale per il Premio internazionale “la Donna dell’Anno”, giunto ormai alla sua 20^ edizione, oltre ai tanti services che hanno  contribuito  a dare un aiuto economico a numerose realtà non solo a livello locale, ma anche  nazionale ed internazionale. “Un bilancio positivo – ha concluso la Presidente – di grande soddisfazione e appagamento che ha rafforzato  in me e in tutte le socie l’orgoglio di appartenenza al Club”.  




La nuova Presidente Manuela Zublena, ingegnere nucleare e dirigente Agenzia Regionale Protezione Ambiente, dopo un simbolico abbraccio a tutte le socie, ha detto che proseguirà nel cammino avviato, cammino che ha permesso al Soroptimist Valle d’Aosta di farsi conoscere e di costituire un valore aggiunto per la nostra valle. “Il mio  obiettivo primario -ha aggiunto-  sarà quello di individuare e studiare i bisogni e le necessità in modo da scandire i futuri interventi in base agli ideali e alle finalità del Soroptimist”. 





La serata si è chiusa con la suggestiva e simbolica cerimonia delle candele che celebra la presenza del Soroptimist nel mondo.


Per il Soroptimist International Club Valle d’Aosta

Maria Paola Battistini Varda

mercoledì 11 ottobre 2017

PREMIO DONNA DELL'ANNO 2018

Il Consiglio regionale della Valle d'Aosta, in collaborazione con il Comune di Saint-Vincent, il Soroptimist International Club Valle d'Aosta e il media partner "Donna Moderna", organizza la ventesima edizione del Premio internazionale "La Donna dell'Anno" con l'obiettivo di valorizzare il ruolo delle donne in ambito sociale, culturale ed economico, con particolare attenzione alla tutela dei diritti fondamentali .

Tema centrale: 

Diciamo NO alla violenza in ogni sua forma di manifestazione!

Il Premio "La Donna dell'Anno" - edizione 2018 - ammonta a 20 mila euro; il riconoscimento “Popolarità", del valore di 15 mila euro, sarà dato alla finalista più votata dal pubblico; alla terza finalista verranno assegnati 10 mila euro. 
Il Soroptimist International Club Valle d’Aosta consegnerà un ulteriore riconoscimento, pari a 2 mila 500 euro.

Il regolamento e la scheda di candidatura sono scaricabili dal sito internet del Consiglio regionale http://www.consiglio.vda.it/app/donnadellanno


Le proposte dovranno pervenire entro venerdì 1° dicembre 2017.

martedì 3 ottobre 2017

Buona cucina, dolci e tanta simpatia fanno raggiungere l'obiettivo del pic-nic

Ancora una volta il picnic di fine estate del Soroptimist Valle d’Aosta ha centrato l’obiettivo! La raccolta fondi è stata infatti di 3065 euro che serviranno alla Parrocchia di S. Eusebio del Villair di Quart per portare avanti il grande progetto “ABRI SAINT JOSEPH”, che punta a dare alla comunità locale un luogo di ritrovo per le attività pastorali oltre che per quelle educative, ludiche, di accoglienza e di incontro. Felice il parroco  don Sergio  Rosset che ha  ringraziato il Soroptimist e i numerosi partecipanti “che hanno voluto con tanta generosità contribuire a posare il loro “mattone” per questa costruzione”. E proprio un mattoncino con inciso il numero 16 (sedicesimo picnic di beneficenza) è stato donato dal parroco alla Presidente del Club Wally Orsi come simbolo e ricordo di questa giornata di solidarietà. La Presidente, raggiante per l’ottima riuscita dell’evento, ha dichiarato che  “siamo veramente felici di aver potuto contribuire a questo progetto. Il nostro sarà solo un piccolo contributo a fronte di questa importante iniziativa, ma sottolinea il nostro legame con il  territorio  e soprattutto la condivisione degli obiettivi comuni di solidarietà e di aiuto che costituiscono la ragion d’essere del nostro Club”.

da sx Manuela Zublena (presidente eletta) Wally Orsi (in carica) e don Rosset

La giornata di domenica 24, inondata ancora da uno splendido sole, ha visto premiati gli sforzi organizzativi e creativi di tutte le socie. Mitica la trippa di Vasco, perfetta la polenta preparata dai giovani volontari della parrocchia che sono stati di grande supporto alle Soroptimiste nella preparazione delle tante altre ghiottonerie, golosamente gustate dagli ospiti. Dulcis in fundo, le tante torte preparate  dalle socie che sono state oggetto di esame da parte di una severissima, ma anche golosa,  giuria che con grande difficoltà ha  decretato la migliore!!! Ed infine la classica lotteria con i tanti regali che  prodighi sponsor - cui va il grazie affettuoso del Club – hanno messo a disposizione e che sono stati assegnati in un clima di grande allegria. Insomma una giornata all’insegna della solidarietà e dell’amicizia, che ha visto la partecipazione di numerosi ospiti  e parrocchiani a testimoniare che insieme “si fa la differenza”!
                                                      
Per Il Soroptimist International Club Valle d’Aosta
Maria Paola Battistini Varda



sabato 23 settembre 2017

Pic-Nic in amicizia il 24 settembre per il progetto "Abri Saint Joseph"

Ultimo appuntamento estivo per il Soroptimist International  Club Valle d’Aosta con l’ormai tradizionale picnic di solidarietà che si terrà presso la Parrocchia di S.Eusebio al Villair di Quart dalle ore 12 di domenica 24 settembre.


Il ricavato sarà devoluto a favore del Progetto “ABRI SAINT JOSEPH”, progetto di grande respiro e complessità mirato a dare alla comunità locale un luogo di ritrovo per le attività pastorali oltre che per quelle educative, ludiche, di accoglienza e di incontro.   

Il legame con il territorio è uno degli obiettivi prioritari del nostro Club –sottolinea la Presidente Wally Orsi-  e ci è parso che questa idea dell’ABRI richiedesse tutta la nostra attenzione per il coinvolgimento umano e la grande valenza che riveste. Ci rendiamo conto – continua la Presidente – che il nostro sarà solo un piccolo aiuto a fronte di una così importante realizzazione, ma siamo convinte che fondamentale sia la mobilitazione di tutte le realtà, piccole o grandi che siano, proprio per evidenziare la  necessità di una condivisione corale del  progetto che il parroco Don Sergio Rosset sta realizzando con tanto impegno  e con l’impiego di numerose risorse umane ed economiche".

Il picnic, oltre che alle socie e ai loro parenti e amici, sarà  aperto alla popolazione che sarà accolta da deliziosi manicaretti preparati dalle socie stesse. Come di rito, queste daranno libero spazio alla loro fantasia culinaria che culminerà in un ricco buffet di dolci, tra i quali verrà premiato il migliore. Intrattenimento musicale, lotteria  e altre sorprese allieteranno la giornata in un clima di bucolica serenità, ma soprattutto in uno spirito di grande solidarietà  e condivisione.

La quota di partecipazione  è di € 25,00 (bambini fino a 8 anni gratuito, da 9 a 14 anni (€ 10) da versare in loco.


Per il Soroptimist Club Valle d'Aosta  

Maria Paola Battistini  Varda                                                                       

                                                                              

giovedì 7 settembre 2017

Amicizia e solidarietà alla 24^ Giornata Soroptimista con tanti Club amici

Si è rivelata ancora una volta un vivace e piacevole momento di amicizia e di convivialità la 24 giornata estiva che celebra l’incontro delle Soroptimiste valdostane con quelle di altri Club  in vacanza in Valle d’Aosta.
Il 17 agosto scorso, infatti,  la sede prestigiosa del Centro Addestramento alpino ha aperto le  porte al Soroptimist e svelato le sue splendide sale, ricche di storia e di arte. D’altra parte fu proprio qui che questa iniziativa debuttò nell’anno 93 con l’allora Comandante Gen. Aldo Varda.
Una scoperta, questa del Castello Gen. Cantore, che è anche visita ad un luogo simbolo dell’alpinismo e che da sempre ha  costituito  un pezzo importante della storia della nostra Valle grazie al   profondo legame  instaurato tra società civile e militare. Castello,  fatto costruire nel 1907 per volere della baronessa Candida Jocteau Bombrini, moglie di Charles-Albert Jocteau, che restò nelle disponibilità dei baroni per quasi trent'anni, per essere poi acquistata dallo Stato che ne fece sede appunto della “Scuola centrale militare di alpinismo”.


Ad accogliere gli ospiti  il Vice Comandante Col. Santo, il T. Col. Ricci e il T. Col Mercuri che hanno illustrato gli aspetti “militari” della sede e raccontato la storia della sua “alpinità”; mentre alla dott.ssa Claudia Quiriconi della Sovraintendenza ai Beni Culturali, è andato il compito – svolto con grande competenza e professionalità - di illustrare ogni particolare della splendida dimora: un tuffo nel passato per cogliere l’estro  profuso dall’arch. Ceppi  in questa costruzione  ed apprezzare la cura e l’amore con cui è stata conservata. La visita alle sue  luminose sale ricche di storia e di opere d’arte, arricchite da elementi decorativi  a stucco unici e peculiari, è proseguita poi con  la Cappella  -anch’essa curata nei minimi particolari, dagli arredi ai paramenti sacri – e quindi con   una passeggiata nel Parco,  ricco di specie arboree rare e  preziose.




Infine, un allettante e appetitoso  aperitivo,  curato dalle socie valdostane,  ha accolto nella  Biblioteca gli ospiti cui  è stato  offerto  in omaggio il volume “Il Centro Addestramento Alpino – Scuola Militare di Aosta” curato dai Gen. Pelazza e Vizzi.
Il pranzo al “Ristorante Bataclan”, nel centro storico e a due passi dall’Arco di Augusto, ha permesso di continuare a stare allegramente in compagnia,  ricordando  le edizioni precedenti e fissando il prossimo appuntamento al 16 agosto 2018.
La giornata si è conclusa con una passeggiata nel Borgo con visita alla Collegiata e al chiostro di St. Orso; poi ultima tappa alla Cattedrale  alla scoperta degli affreschi  ottoniani dell’XI° secolo riportati alla luce nel sottotetto.

Alla giornata hanno partecipato rappresentanti dei club di: Alessandria, Genova, Ivrea-Canavese, Lecco, Lomellina, Milano Fondatore, Milano alla Scala, Pavia, Varese, Club Alto Novarese.

Presenti per il Club Valle d’Aosta la presidente Wally Orsi e le socie: M. Paola Battistini, Ester Bianchi, Elisa Chanoine, Lina Cignitti, Patrizia Collé, Daniela De Micheli, Meri Macori, Patrizia Marisotto, Rossella Meggiolaro, Lucia Missero-Bruno, Beatrice Mosca, Vanna Naretto, Viviana Vallet e Manuela Zublena.
Ospite del Club la Dott.ssa Claudia Quiriconi.
In tutto 48 partecipanti.


                                                                                                       Per Il Soroptmist International Club Valle d’Aosta

                                                                                                                             Maria Paola Battistini Varda

mercoledì 19 luglio 2017

Anche la giovane Stéphanie Wuillermoz al 21° Congresso del Soroptimist International a Firenze


C’era anche una delegazione del  Club Valle d’Aosta al 21° Congresso del Soroptimist International d’Europa che si è svolto lo scorso fine settimana a Firenze alla Fortezza da Basso e che  ha registrato la presenza di più di mille ospiti provenienti da tutto il mondo.


 “Own the future: Education, your passaport to a better life” era il  titolo del Congresso, che in poche parole nette e precise ha chiarito l’obiettivo su cui puntare: solo attraverso l’educazione e la conoscenza si può pervenire ad una vita migliore.
La sessione plenaria  di quest’anno ha centrato la sua attenzione sulle scienze STEM  (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica): attualmente le donne sono soltanto il 17% della forza lavoro in STEM, ciò che evidentemente riduce in modo significativo la loro  possibilità di cambiare la vita con il  lavoro.
Un’altra sessione è stata dedicata alla c.d. Green Economy -dalle energie rinnovabili, alle tecnologie pulite e alle migliori pratiche- campo in cui le competenze STEM sono sempre più necessarie come collegamento indispensabile con il mondo della scienza.
Di elevatissimo livello gli interventi clou del Convegno che hanno catturato l’attenzione della Presidente in carica del Club Valle d’Aosta, Wally Orsi  e della Presidente eletta (a ottobre ci sarà il passaggio del testimone) Manuela Zublena.

Da destra: Vanna Naretto, Manuela Zublena, Paola  Battistini Varda, Patrizia Salmoiraghi (Presidente Eletta dell'Unione Italiana), Ficai Veltroni Enrica (Presidente club Firenze), Wally Orsi, Rossella Meggiolaro Leon e la figlia Hélène

 “Ancora una volta è stata messa in luce la professionalità, la tenacia e la lungimiranza propria delle donne per un confronto costruttivo sulle forze da mettere in campo per migliorare le condizioni di vita femminile, specie nei paesi più poveri e disagiati, offrendo a donne e ragazze, grazie ad un’educazione consapevole, il passaporto per una vita migliore” ha sottolineato  la Presidente Orsi. Mentre “lo spirito STEM” dell’ingegnere nucleare Manuela Zublena è stato nutrito dalle relazioni, tutte particolarmente intense e interessanti,  della  fisica polacca Agnieszka Zalewska, già  presidente del Consiglio del CERN, dell’ordinaria di Analisi Matematica presso l’Università di Torino, Susanna Terracini, dell’Ingegnere Corinna Salander dell’Università di Stoccarda e  della genetista belga Christine van Broeckhoven dell’Università di Antwerp, conosciuta soprattutto per la sua ricerca pionieristica nel campo delle demenze neurodegenerative. “E’ stato un piacere immenso - ha sottolineato Manuela Zublena -  ascoltare le relazioni, condotte magistralmente, con semplicità ma con  grande ricchezza di contenuti,  da queste donne che hanno dedicato la loro vita alla scienza in funzione della crescita  e dello sviluppo di una società cosciente ed informata”.

Sthéphanie Wuillermoz con Manuela Zublena


Grande anche la soddisfazione della Gouverneur (una delle due rappresentanti dell’Italia in seno alla Federazione europea) Vanna Naretto, per il successo della manifestazione  “per la prima volta svoltasi in Italia ma  ancora di più per la partecipazione della giovane Stéphanie Wuillermoz, laureata in Matematica, che è stata invitata dal Club Valle d’Aosta con il totale supporto finanziario del Soroptimist”. Nelle parole di ringraziamento di Stéphanie al Club c’è la consapevolezza di essere stata una privilegiata per aver potuto  vivere un’esperienza di interazione e di colloquio diretto con scienziate eminenti provenienti da diversi campi scientifici e vari paesi europei: “Rivolgo al Soroptimist Club Valle d’Aosta un grande grazie - ha detto - per la fantastica opportunità che mi ha dato!  È stata un'esperienza molto formativa, oltre che per il Congresso in sé, anche per le persone che ho incontrato e per  le realtà che ho potuto conoscere. Racconterò volentieri questa mia esperienza!”


Un’ultima annotazione: l’Italia ha vinto la medaglia per l’Estensione, è stata cioè il paese europeo che ha fondato in un anno il maggior numero di  nuovi club, dimostrando così che la condivisione dei valori,  la capacità di attrattiva e l’orgoglio di appartenenza  sono una caratteristica essenziale del Soroptimist International, capace ancora di richiamare nuove forze e accrescere così  la vitalità dell’Associazione.


Per Il Soroptimist International Club Valle d’Aosta
Maria Paola Battistini Varda

(foto Vanna Naretto)


sabato 1 luglio 2017

Golf Challenge Cup Soroptimist 'Circuito per l'Africa'


Il 2° Trofeo Soroptimist International Club Valle d’Aosta si è svolto con successo sabato 25 giugno al Golf Club Courmayeur et Grandes Jorasses. La splendida giornata, la cornice delle montagne più belle d’Europa, l’accoglienza calorosa dei padroni di casa, l’entusiasmo dei golfisti e i tanti premi messi a disposizione da generosi sponsor,   sono stati gli ingredienti ideali per una giornata da ricordare!
Il Trofeo da quest’anno è stato inserito nella 10° Golf Challenge Cup del Soroptimist International d’Italia “Circuito per l’Africa” cui partecipano 13 Club italiani e 2 rwandesi. E’ stata  fatta questa scelta per affermare come ogni azione messa in campo dal Soroptimist debba avere come obiettivo principale la solidarietà, intesa nel più ampio contesto di riconoscimento dei diritti umani eguali per tutti, ed in particolare la promozione della condizione femminile. Il Club di Butare in Rwuanda potrà così provvedere alla recinzione del terreno della Maison des Femmes, attivare un microcredito per l’acquisto di macchine per cucire per le ragazze, mentre a Butare Astrida andrà un contributo per il pagamento dell’affitto del terreno e l’acquisto di una seconda serra.
Tornando al nostro Trofeo, buona la partecipazione con 44 partecipanti che si sono cimentati in una stableford a 18 buche.



Vincitore del più prestigioso premio, il 1° lordo, Fabbri Claudio, con 32 punti (già vincitore anche lo scorso anno), seguito, sempre in 1 categoria,  da Pozzolini Stefano 1° netto con 33 punti e da Pozzolini Luca 2° netto con 33 punti. La 2° categoria nel netto ha visto l’affermazione di Zanin Vanna con 42 punti seguita da Martelli Filippo con 40 punti.
In terza categoria successo di Scarso Giovanni con 36 punti, seguito da Pensotti Bruni Paolo sempre con 36 punti. I Premi speciali sono stati assegnati a Fabbi Patrizia, Celesia Attilio, Marjolet Alex,  rispettivamente 1° Ladies con 37 punti, 1° Seniores con 39 punti, 1° Juniores con 35 punti. Alla socia Missero Bruno Lucia è stato consegnato il  Premio Soroptimist Club Valle d’Aosta con 26 punti.
Alla premiazione ha fatto seguito un aperitivo che ha concluso questa giornata di festa e solidarietà allietata dai tanti premi a sorteggio messi  generosamente a disposizione dagli sponsor: Banca Mediolanum, I.C.O.N, Norma e Sergio Vietti, Trossello Gioiellerie, La Valdotaine, Bruno Tex, Centro Ottico Reverchon, Profumeria Vallacqua, Giuseppe Lazzarotto, L’elettromeccanica Meggiolaro, The Clubs House, Azienda La Source di S. Celi, Pasticceria Buzzi, Farmacia Fabbri, Maison Rosset, cui va il ringraziamento più sentito di tutto il Soroptimist Club Valle d’Aosta.


Un grazie particolare va al Presidente del Golf Club Courmayeur et Grandes Jorasses, Pasqualino De Luca, che ci onora sempre della sua presenza e ad Antonio Barone, insostituibile direttore, con i quali c’è una splendida intesa su un cammino comune di amicizia e di solidarietà che si consoliderà  sicuramente anche nelle prossime stagioni.

                                                                                              Maria Paola Battistini Varda

                                                                                              
per il Soroptimist 

Club Valle d’Aosta

Gallery
(foto by Vanna Naretto)