Soroptimist International d'Italia

Soroptimist International d'Italia
Sorores Optimae

lunedì 25 maggio 2015

GUARIGIONI E MIRACOLI, SCIENZA E FEDE, UN INCONTRO AD AOSTA

GUARIGIONI E MIRACOLI: DIALOGO TRA SCIENZA E FEDE:  è questo lo stimolante  argomento  oggetto della serata organizzata dal Soroptimist International  Club Valle d’Aosta il 22 maggio al Theatre de La Ville, con il patrocinio della Diocesi di Aosta e dell’Amministrazione regionale, Assessorato  sanità, salute e politiche sociali.



Relatore di eccezione il Dott. Alessandro  De Franciscis, medico e studioso di teologia che dal 2009 è stato nominato, primo italiano, 15° Medico Permanente e Presidente del Bureau des Constatations Médicales di Lourdes e dell’AMIL (Associazione Medica Internazionale di Lourdes). Compito del Dott. De Franciscis è appunto  verificare le presunte guarigioni e  quindi studiare le cartelle cliniche esibite dai pazienti guariti, esaminare lastre e vetrini, consultare i colleghi e infine decidere se portare il caso al CMIL, il Comité médical international di Lourdes, composto da 34 luminari della medicina generale, primo passo di un’istruttoria che durerà anni e che si concluderà con l’eventuale riconoscimento del miracolo da parte della Chiesa.
Suor Luigina Traverso -  suora di Casale Monferrato, guarita dopo una serie di inutili interventi chirurgici alla colonna vertebrale che l’avevano ridotta a vivere sdraiata nel letto in posizione fetale -  testimonia con la sua presenza la guarigione, “riconosciuta come inspiegata allo stato attuale delle conoscenze medico-scientifiche” e dichiarata come il 68° miracolo di Lourdes e il 7° miracolo riferito ai  pellegrini italiani.
Tra i relatori  S.E. monsignor Franco Lovignana,  Vescovo della Diocesi di Aosta   e l’Assessore alla Sanità, salute e politiche sociali, dott. Antonio Fosson, per esporre il  loro punto di vista sul delicato argomento.   

Una serata di grande interesse, che vedrà rinnovarsi il dialogo antico e complesso  tra scienza e fede, che pone tutti gli inevitabili  interrogativi legati a questo binomio,  riproponendo l’eterno dilemma se è possibile far coesistere il rigore della scienza  con il credo  della fede;  quella scienza che vive nel dubbio, nella ricerca della verità attraverso l’investigazione delle prove e quella fede che presuppone di credere ciecamente a qualcosa di rivelato senza diritto di metterne in dubbio i misteri e i dogmi.




                                                                                              
Per il Soroptimist International  Club Valle d’Aosta

                                                                                                              
Maria Paola Battistini Varda