Soroptimist International d'Italia

Soroptimist International d'Italia
Sorores Optimae

giovedì 27 aprile 2017

Soroptimismo... a 'Les Mots'



Il Premio internazionale “La Donna dell’Anno” è stato il protagonista della giornata di ieri a “Les Mots”, il Festival della parola di Aosta. E lo è stato con due splendide donne: Selene Biffi  e Eliana Levy entrambe premi Soroptimist rispettivamente 2015 e 2016. Ma è stato anche una preziosa occasione, per Vanna Naretto e Paola Battistini Varda, rappresentanti del Soroptimist Club Valle d’Aosta, di  presentare al pubblico finalità e obiettivi della associazione  con i progetti messi in campo sia a livello locale che nazionale e internazionale. Significativa la presenza del Presidente del Consiglio Valle, Andrea Rosset, e la magistrale conduzione di Paola Corti.






Il tema dell’incontro “Imprenditoria sociale a confronto” ha messo in evidenza due modi di fare solidarietà totalmente diversi ma estremamente interessanti e creativi e con un unico scopo: quello di aiutare le persone più svantaggiate aprendo  nuove opportunità di lavoro e offrendo loro una speranza per il futuro. Selene ha usato tutti gli strumenti che la tecnologia le ha offerto, diventando  paladina dell’ innovazione sociale, Eliana ha usato la voce del cuore che l’ha portata in Benin a coltivare l’alga spirulina, solo sostegno per i bimbi e la popolazione denutrita.   

Unico rammarico non aver potuto incontrare in prima mattinata (causa una emergenza insorta nel loro istituto) gli studenti di una scuola superiore con i quali sarebbe stato bello confrontarsi su un tema così interessante. Altri studenti hanno animato invece la seconda parte della mattinata presentando  le loro creazioni artistiche e i loro elaborati realizzati nell’ambito della partecipazione a bandi di concorso contro la violenza di genere.  Tra questi anche quello proposto dal Soroptimist “Diciamo BASTA!! alla violenza e alla discriminazione di genere” articolato su tre temi: immagini, testi scritti, giochi su supporti video o cartaceo.
Un altro appuntamento, che vuole essere il fil rouge che lega Il Premio Donna dell’Anno ai grandi temi di attualità, si terrà il 18 maggio prossimo, alla Cittadella dei Giovani . Sarà proiettato il documentario “TORN - Strappati” di Alessandro Gasmann che racconta la vita dei tanti artisti siriani che oggi vivono nei campi di Giordania e Libano e che rifiutano di essere raccontati come vittime e offrono un nuovo punto di vista sulla capacità di resilienza di un intero popolo.

                                                               Maria Paola Battistini Varda